Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2007

La notte più lunga

Ovvero il Solstizio Invernale, oggi, 21 Dicembre.
Una volta lo si festeggiava accendendo un fuoco ora lo si fà accendendo le luci e lo si chiama Natale per celebrare la nascita di Gesù 4 giorni dopo.
Dal 20 al 24 dicembre sembra che il Sole, nel suo moto apparente, si fermi (Solstitium significa “Sole fermo”): è quindi il momento del massimo declino dell’Astro. Il 24 sembra riprendere il suo cammino, ogni giorno un pò più verso l’alto fino al Solstizio Estivo. Una notte magica.
La stessa magia che ha unito tante popolazioni in festeggiamenti e celebrazioni durante la nostra storia:
3.600 anni fà veniva festeggiata in Persia la nascita di Mitra, figlio del Sole. In Egitto si ricordava la nascita di Osiride e di suo figlio Horo. In Babilonia si festeggiava il dio Tammuz, unico figlio della dea Istar rappresentata con il bimbo in braccio e con una aureola di dodici stelle attorno alla testa: l’icona della madre con il figlio neonato risale alla notte dei tempi ed ha sempre simboleggiat…

La rivolta dei Lakota

Riporto di seguito l'articolo preso da Peace Reporter:

"Gli indiani Sioux Lakota dicono basta. Dopo 150 anni dalla firma dei trattati fra la popolazione nativa e il governo degli Stati Uniti, i capi della gloriosa tribù hanno deciso di “non essere più cittadini Usa”. Il motivo? Il governo di Washington nel corso degli anni, dicono i capi tribù, non ha rispettato i trattati e ha fatto di tutto per “rubare la nostra cultura, le nostre terre e la nostra capacità di mantenere il nostro stile di vita”. Dunque, hanno aggiunto, le firme apposte sui trattati “non sono altro “che parole senza senso su carta priva di valore” e per questo non avrebbero validità. Inoltre, fa sapere Russel Means, attivista nativo appartenente ai Sioux Lakota, “non siamo più cittadini Usa e tutti coloro che vivono nell'area dei cinque Stati del nostro territorio sono liberi di unirsi a noi”. E sono previste anche delle novità. Chi deciderà di rinunciare alla nazionalità Usa otterrà una nuova patente di …

¡Que desmadre!

Fiera Internazionale di Queretaro, ultimo giorno, domenica, una marea di persone. La fiera è davvero grande sinceramente non me l'aspettavo cosí. Qualche foto per rendere l'idea.

Scarpe

Mi rendo conto vedendo i posts di questo blog che ho parlato davvero poco della mia passione per la corsa che ormai mi segue da diversi anni. Oggi ho voglia di parlare delle mie scarpe con le quali vado a correre. Fondamentali e peculari per i diversi tipi di movimento e terreni considerando le qualità tecniche che ognuna di esse racchiude. Sono le mie compagne di ritmo. Quel ritmo che tanto mi piace e che ospita situazioni e luoghi.

Nessun interesse a fare pubblicità gratuita ma solo voglia di compartire le mie abitudini con ciò che calzo in questi giorni mentre corro. Poi se possono essere di aiuto le prossime informazioni ancora meglio.

Inizio da lei, la ultima arrivata, la Saucony Pro Grid 5


Finalmente si può trovare questa marca anche qui in Messico; la mia favorita per quanto riguarda la buona calzabilità. L'unica pecca è che si consumano rapidamente. Comprate da pochissimi giorni spero che mi daranno tante soddisfazioni.

Nike Air Trail Pegasus +


Attualmente è la scarpa che utili…

Dale, dale, dale...

"Dale, dale, dale, no pierdas el tino, porque si lo pierdes, pierdes el camino. Dale, dale, dale, no pierdas el tino, mide la distancia que hay en el camino. Dale, dale, dale, no pierdas el tino, porque si lo pierdes, pierdes el camino. Dale, dale, dale, dale y no le dio, quiten le el palo porque sigo yo"
Si dice che in Messico ci sia una festa per ogni giorno dell'anno tra le varie città e i vari paesi. La stragrande maggior parte sono feste legate alla religione e conservano un folklore e un calore umano particolare.

Dicembre è il mese della Virgen de Guadalupe, della Navidad (Natale) sinonimo de Las Posadas.

Prima dell'arrivo degli spagnoli in Messico, nel periodo che andava dal 7 al 26 di Dicembre, si celebrava una tra le principali feste: quella dedicata al Dio della guerra Huitzilopochtli. Per questa ragione e approffitando delle coincidenze delle date i primi evangelizzatori sostituirono il Dio preispanico con Giuseppe e Maria per mantenere così la celebrazione…

Saliscendi

Oggi proprio non avevo nessuna voglia di fare niente. Questa mattina io e Perla abbiamo accompagnato alla Terminal de autobuses una nostra amica che ha trascorso qualche giorno qui con noi. Abbiamo poi fatto qualche ora tra i vari negozietti nel centro di Queretaro. Ritornato a casa voglia di correre.. zero. Verso le 5 del pomeriggio però mi sono deciso a tentare perlomeno di fare un'oretta visto e considerato che da quando ho incominciato questa storia del cambio della casa, cioè all'incirca due mesi fà, la qualità della mia corsa è un pò scesa: stò correndo 2-3 volte alla settimana per una mezzoretta o 45 minuti. Oggi, stranamente, visto la svogliatezza con cui ho iniziato la giornata, sono riuscito a correre abbastanza da ritenermi molto soddisfatto tra i vari saliscendi delle montagne che si trovano nei dintorni con una altezza variabile tra i 1800 e 1900 metri di altitudine. Finalmente un segnale serio, un impulso che mi era mancato da un pò di mesi a questa parte che mi …

Vacas, gallos y diversion

È iniziata qui in Queretaro lo scorso 30 di novembre e proseguirà fino al 16 dicembre la Feria Internacional de Queretaro 2007, una esposizione vera e propria del bestiame nata inizialmente per dare modo di esporre i propri capi di allevamento con l'obiettivo di migliorarne la qualità. Un appuntamento molto importante considerando che tutti ne parlano in questa città.

Questa fiera, nata nel 1923, rappresenta un ulteriore testimonianza riguardante la storia dell'allevamento Queretano, un patrimonio culturale che si rinnova ogni anno. Una occasione insomma che riunisce e che serve a gratificare il lavoro, la dedicazione, lo sforzo e l'amore che generazioni di allevatori hanno plasmato in questo territorio; per questo, per festeggiare, sono anche presenti in tutte questi tipi di fiere (conosciute nella repubblica Messicana come Palenques) anche altri eventi come ad esempio concerti, stands gastronomici dove si può mangiare davvero con pochi pesos, bancarelle di artigianato, …

Chapulines

Quando andai la prima volta in Oaxaca, visitando il mercato Benito Juarez, mi saltarono all'occhio delle canaste piene di animaletti rossi tostati. Vedendoli da lontano mi sembravano gamberetti.
Avvicinandomi però alle canaste capii che erano ben altra cosa che molluschi di mare: erano Chapulines. Il Chapulin non è altro che un grillo fiero rappresentate della gastronomia Oaxaqueña.  Si preparano fin dall'epoca preispanica bollendoli per poi essere tostati su di un Comal, un disco di metallo o di terracotta. Per un Italiano come me, abituato a ben altra gastronomia, devo dire che la mia prima impressione fù di diffidenza ma anche di curiosità.

Quella curiosità che mi ha portato ad approfondire la conoscenza su certe usanze culinarie messicane e sull'uso non solo gastronomico degli insetti.


Gli studi dell'Istituto di Biologia della UNAM, indicano che una terza parte degli insetti conosciuti sono commestibili. L'organismo di un insetto rappresenta un 60-70% di proteine…

La Milpa

La milpa è una parola di origine náhuatl che significa "campo recentemente pulito". È un agrosistema diffuso in Messico che permette di coltivare perlomeno 3 specie di vegetali differenti utilizzando spazi di diverse dimensioni sfruttando porzioni di terra che possono essere compresi in diversi sistemi tra i quali selve, foreste e a lato di fiumi. Nella coltivazione della milpa il mais è la pianta principale, insieme vengono in genere coltivati fagioli e zucche


La pianta dei fagioli arricchisce la terra di nitrogeno mentre le zucche, che si attorcigliano sulla pianta del mais, estendendosi ostacolano il passo a qualsiasi altra pianta (a parte quelle inserite) che possa interferire nella milpa. Ci possono essere anche altre tipi di piante nella milpa tra le quali il peperoncino. Le milpas usano meno insetticidi e fertilizzante rispetto a una coltivazione tradizionale.

Sono meno suscettibili alle diverse malattie e plaghe. Danno una maggiore diversità di prodotto (cereali, legum…

Man & Whole

Come ogni mattina leggendo le notizie sparse per la rete, apprendo dal sito dell'ansa che, secondo gli attivisiti di Greenpeace, una spedizione di baleniere è partita per cacciare questi cetacei con l'intento di abbattarne perlomeno 1000.

Il Giappone considera la caccia alle balene una tradizione ma l'ha abbandonata secondo l'accordo internazionale nel 1986. L'anno seguente ha riniziato la caccia giustificando le missioni come ricerche scientifiche. Con queste nuove spedizioni in blocco si accentua il volere riaprire la caccia a tutti gli effetti da parte del governo Giapponese.
La notizia mi ha fatto tornare in mente un video, Man and Whole, che da alcune settimane circola sugli schermi di alcuni canali televisivi qui in Messico. È stato prodotto e diretto dal regista Giapponese Koji Yamamura (nominato all'Academy Award nel 2003 con il lungometraggio animato "Mt. Head").
Il video rappresenta il rapporto che hanno in genere i Giapponesi con questi eno…

L'Autunno e le Stagioni

Qui, nelle zone centrali del Messico, a parte i 2-3 mesi "freddi" che si presentano nel periodo invernale, il clima è sempre caldo. Un caldo che io chiamo Primaverile. Si passa dai 10 gradi notturni (si dorme benissimo) ai 28/30 gradi giornalieri (nelle ore di punta si fà sentire il sole). Sono un amante del caldo e quindi non mi posso lamentare di questo clima. Maglietta corta tutto l'anno con bermuda e infradito.
Ma... se c'e' una cosa di cui a volte ho nostalgia sono le stagioni. Le stagioni e tutto quello che portano con sè: cambi, profumi, colori, emozioni. Nel periodo in cui ho vissuto sulla costa Adriatica ricordo sempre l'arrivo della primavera. Era una emozione particolare quasi indescrivibile ma che posso ridurre a una parola: risveglio. E lo si percepiva ovunque questo risveglio allegro. Gli alberi ritornavano verdi e l'odore dei fiori che sbocciavano sui propri rami si poteva percepire ovunque, il togliersi il maglione per potersi mettere qu…

Libreria Virtuale

Ho trovato in giro per la rete il sito di aNobii utile per catalogare e personalizzare le proprie letture e poterle condividere con altre persone.

Mi sono fatto la mia piccola libreria virtuale catalogando libri che ho letto recentemente e altri un pò meno. Molti libri che ho letto in passato sono rimasti in Italia dimenticandomi così molti titoli. Con il tempo aggiornerò la libreria magari durante il mio prossimo viaggio in Italia.

Piramidi

La più grossa del mondo non è quella egizia ma è quella di Tepanapa a Cholula nello stato di Puebla, Mexico.

Nel 1300 raggiungeva i 65 metri di altezza e i lati della sua base sommavano 450 metri di lunghezza superando 3 volte la piramide di Cheope in Egitto. Ormai però è ricoperta da vegetazione e assomiglia più a una montagnola erbosa che a una piramide e sulla sua sommita gli spagnoli costruirono la chiesa di Nuestra Señora de los Remedios.
Nel 1519 gli aztechi avevano organizzato una imboscata a Cholula (all'epoca di circa 100.000 abitanti) contro Cortez ma, quest'ultimo, avvisato dai suoi alleati Tlaxaltechi fu il primo a colpire.
Cortez fece voto di costruire una chiesa per ogni giorno dell'anno ma attualmente a Cholula ci sono 39 chiese in una cittadina di appena 24.000 abitanti. Un altra versione della storia dice che Cortez fece costruire una chiesa sopra ogni tempio pagano.

I problemi più duri del nostro Pianeta

Tre sarebbero le cause che maggiormente mettono in pericolo la vita sul nostro pianeta: il riscaldamento climatico, il progressivo aumento delle specie in via d’estinzione e la rapida crescita della popolazione. Ad affermarlo è l'ultimo allarmante studio presentato lo scorso 25 di Ottobre dalle United Nations Environment Programme (Unep), l'organismo delle Nazione Unite che ha sede a Nairobi e che si occupa della tutela ambientale.


Le attività umane ormai condizionano fortemente il clima della Terra e gli ecosistemi. Consumiamo più di quello che produciamo. La situazione si aggraverebbe ancora di più se la popolazione umana raggiungerà gli 8 miliardi di abitanti nel 2050. Negli ultimi venti anni, la popolazione mondiale infatti è aumentata di 1,7 miliardi di persone, passando da 5 a 6,7 miliardi di abitanti. La popolazione umana adesso è così numerosa che l'ammontare delle risorse di cui ha bisogna per sopravvivere è superiore a quelle che la Terra riesce a produrre. Consum…

Tenochtitlan

Tenochtitlan l'attuale Città del Messico era una città che sorgeva su di un vasto lago. Fondata nel 1325 era considerata una delle città più grandi e potente di quell'epoca. Con circa 500.000 abitanti era la capitale dell'impero Azteca.
Quando nel XVI secolo gli spagnoli arrivarono a Tenochtitlan distrussero piramidi, centri cerimoniali e altre edificazioni e utilizzarono le stesse pietre per costruire la stragrande maggioranza delle chiese e centri istituzionali dell'attuale città. Ne è esempio il centro storico e la sua cattedrale costruita sopra la città azteca: sotto di essa c'e' una intera civiltà sepolta.





In questa foto si può vedere la cattedrale dello Zocalo la piazza principale di Città del Messico. In primo piano gli scavi archeologici che hanno riportato alla luce una parte di ciò che gli spagnoli avevano sepolto.

Nella foto successiva una ricostruzione in scala che si trova nel Museo del Templo Mayor di quello che si suppone fosse stata Tenochtitlan p…

Dìa de Muertos

Una delle tradizioni più importanti qui in Messico è la commemorazione dei morti. Ogni anno questa tradizione si rinnova per ricordare i propri defunti e valorizzare la propria esistenza. Una Fiesta che lega ai propri ancestri.

La morte è un processo naturale della nostra esistenza e fà paura un pò a tutti sopratutto quando ci tocca da vicino. Nella nostra cultura la morte è una parola quasi impronunciabile: simbolo di disgrazia, paura e dolore.

La celebrazione del Dia de Muertos in Messico ha il proposito di accettare la morte come parte inevitabile della nostra esistenza oltre che tramandare una tradizione millenaria che guarda, più che il morire, quello che ne segue. Ed è proprio su quest'altro mondo che si basano le varie rappresentazioni, usi e tradizioni che si convertono in una cultura simbolica perchè solo cosi è possibile immaginarla.



Anticamente, in Messico, il culto della morte era vincolato con il calendario agricolo preispanico perchè era relazionato con l'inizi…

Moleskine

Copertina nera, angoli arrotondati, taschina interna a soffietto e fettuccia elastica di chiusura: il moleskine è IL Taccuino per eccellenza e come tale mi accompagna sempre nei miei viaggi.

Ho scritto e descritto in esso particolari dei viaggi che ho fatto in questi ultimi 8 anni. Le sue pagine sono piene, oltre che di appunti, anche di bozze, schizzi, annotazioni, petali di fiori e foglie di piante e altre cose che ho inserito tra le sue pagine. Originariamente era prodotto in Francia nel secolo scorso ed è diventato famoso per essere usato anche da diverse persone tra cui Bruce Chatwin, Ernest Hemingway, Vincent Van Gogh e Pablo Picasso.
Attualmente viene prodotto dalla Modo&Modo anche in altri formati oltre che quello classico.
Per rendere omaggio a questo oggetto lo scorso anno si svolse la mostra Detour, dove artisti, tra cui molti Italiani, hanno esposto il proprio moleskine.

In ogni moleskine si possono nascondere molteplici emozioni fatte di parole e disegni.

Approfondime…

400 anni

L'essere più vecchio del mondo? Una vongola. Sono gli scienziati dell'Istituto di scienze dell'Oceano della Bangor University, nel Galles a dircelo. Si stima che questa conchiglia abbia tra i 405 e 410 anni di vita contando gli anelli delle valve che nè indicano l'età. Il ritrovamento è stato fatto nelle fredde acque artiche dell'Islanda. Non è la prima volta che si scoprono in questi mari vongole così longevoli; le ultime trovate avevano 220 e 347 anni d'età. È per questo motivo che adesso si stanno facendo degli studi approfonditi per capire come possono vivere questi esseri così a lungo in una ambiente freddo come il mare artico. Si suppone abbiano sviluppato delle difese particolarmenti efficaci che ritardano i processi di invecchiamento.
Riferimento: 1

R/Evolution: comunicabilità digitale...

Come è cambiato il mondo in questi ultimi 15 anni a livello comunicativo e quindi di informazione dopo l'avvento di Internet?


Digital Ethnography è un progetto composto da un gruppo di persone della Kansas State University che si dedicano ad esplorare ed estendere il fenomeno etnografico digitale proponendo discussioni e filmati su come stia cambiando il nostro modo di comunicare.

Di seguito due dei tanti filmati da loro prodotti reperibili oltre che sul loro sito anche su YouTube:


Piante Terapeutiche

Catalogare le differenti specie di piante sul nostro pianeta è una cosa molto difficile: con un calcolo basico si otterranno un minimo di 250.000 specie di piante di possibile utilizzazione terapeutica. In ogni caso ci sono due testi che ritengo molto completi per quanto riguarda le piante medicinali. Sono in lingua spagnola e sono ritenuti dei testi molto validi e completi, anche se, come ho accennato, è una cosa difficile poter catalogare tutte le specie.
Il primo libro è di Pío Font Quer dal titolo Plantas Medicinales - El Dioscórides renovado. Un testo datato ma pur sempre valido.

Il Testo:
Con oltre 1000 pagine dedicate a piante, funghi, licheni, contiene informazioni sopra 678 specie, 752 figure e 58 mappe di distribuzione geografica delle varie piante.
Ogni pianta descritta dispone di diverse sezioni: nome scientifico, nome popolare, descrizione botanica, composizione dei principi attivi, coltivazione, virtù medicinali, usi e storia.
Il libro è famoso oltre che per la sua esuberan…

Dreamkeeper

Un Film del 2003 di 3 ore, originariamente diviso in due puntate, prodotto dal Hallmark Entertainment che ho avuto il piacere di vedere lo scorso anno qui in Messico.

Diretto da Steve Barron, la sceneggiatura è di John Fusco (quest’ultimo adottato da padre nativi ed ha scritto anche le sceneggiature di Young Guns e Spirit) mentre la produzione è di Robert Halmi.

Il film è stato diretto in modo davvero impeccabile dal mio punto di vista. Le immagini hanno ben simulato il mondo spirituale dei nativi.
Gli effetti speciali, la luce, la camera, il movimento e le inquadrature sono straordinariamente curate dando un tocco visionario davvero unico al film.

La storia narra di un giovane Lakota che vive nel Pine Ridge Indian reservation nel South Dakota. Ribelle e moderno con una visione pessimista della vita va cambiando la sua attitudine con ogni racconto narrato da suo nonno in un viaggio quasi obbligato alla All Nations Powwow in Albuquerque, New Mexico fino a ritrovare un identità dignitos…

Travel Writer

Mi piace molto William Least Heat Moon. Nei suoi libri ha descritto in maniera esaudiente i paesaggi visti da prospettive diverse. Molto descrittivo anche nel raccontare personaggi e le loro storie che ha avuto modo di incontrare durante il suo cammino.

Di seguito trascrivo la testimonianza di Kendrick Fritz indiano Hopi che William incontrò sul suo cammino. Il testo è tratto da Strade Blu.


"Le sue linee rappresentano la strada della vita, percorsa da un'individuo attraverso la nascita, la morte e la rinascita. Essenzialmente l'esistenza umana è una serie di viaggi e il simbolo della manifestazione è una specie di mappa, ossia una immagine di quel processo; ma come quasi tutti i simboli Hopi e i suoi riti, riproduce anche gli stadi cosmici attraversati da tutti gli esseri umani. Gli Hopi credono che il genere umano si sia evoluto attraverso 4 mondi....

....Per ogni essere umano, l'obbiettivo più importante è quello di non tagliare i ponti con le cose che gli stanno into…

Un Giretto

Oggi dopo una settimana passata a mettere a posto la nuova casa mi sono fatto un giretto nel parco adiacente casa mia verso le cinque del pomeriggio. Il posto in cui mi trovo adesso è molto tranquillo e offre tante aree verdi e dista circa una ventina di chilometri dalla città di Queretaro.


Sono attaccato a un piacevole lago, una riserva ecologica, dove vengono a dimorare varie specie di uccelli tra cui fenicotteri, papere, oche e pellicani. Il clima come accennato in un post precedente è primaverile ma durante il giorno devo dire che fà tanto caldo. Non nascondo davvero di essere particolarmente emozionato a vivere in questo posto che mi ha affascinato fin dalla prima volta che lo visitai.


Nei dintorni inoltre ci sono tante belle montagne che in questa epoca offrono colori davvero speciali carichi di un verde acceso visto che la stagione delle piogge è appena passata.

La prossima settimana inizierò a correre tra questi bellissimi scenari...

Traslocando

Una puntata veloce su internet e un messaggio sul blog...
Sono, come si suol dire, in ballo con il trasloco mettendo a posto tutte le cose che io e mia moglie Perla abbiamo impacchettato nei giorni precendenti. Quindi lascio immaginare lo stato di confusione che c'e' in questo momento nella nostra nuova casa ma pian pianino metteremo a posto tutto. Siamo già a un buon punto in ogni modo mancano ancora alcuni dettagli e ritornerò spero a pieno ritmo per postare altri argomenti.

Festival Internacional Cervantino

Dal 1972 nella città di Guanajuato, Mexico si tiene il Festival Internacional Cervantino. Una tra le manifestazioni artistiche - culturali più importanti del Latinoamerica.

Originalmente il festival è nato come omaggio a Miguel de Cervantes l'autore del Don Chisciotte della Mancia

Il festival inizialmente era promotore di eventi artistici in lingua castellana ricordando la tradizione teatrale nata nel Teatro universitario di Guanajuato.
Attualmente riunisce eventi di culture e lingue differenti provenienti da tutto il mondo convertendosi in uno spazio di incontro e intercambio.

Durante 19 giorni, dal 3 al 21 di ottobre, il 35º Festival Internacional Cervantino convocherà nella città di Guanajuato, più di 2400 artisti di 27 nazioni dei 5 continenti. Una opportunità straordinaria per poter avvicinarsi e di godere di spettacoli di danza, musica, teatro, arti visuali e cinema.

Fondata nel 1546, dichiarata patrimonio della umanità dall'UNESCO, Guanajuato (Kuanasïuatu, Collina dell…

Dagli Appennini... alla Sierra Gorda

In questi giorni io e mia moglie siamo indaffarati con il nostro prossimo cambio che ci porterà in un altro stato Messicano chiamato Queretaro. Uno stato tranquillo con molta vegetazione, ricco di tradizioni e culture. Queretaro si trova nelle zone centrali del Messico ed ha un clima primaverile presente tutto l'anno. Mi rendo conto che in 6 anni sono passato in pratica dagli Appennini e al mare che caratterizzano la zona della costa tra Marche ed Abruzzo, alla Sierra Gorda di Queretaro. Traslocheremo per iniziare un'ulteriore esperienza tra pochi giorni. Ora siamo nella fase de la Empacadera cioè dell'imballaggio e quindi abbiamo poco tempo a disposizione. Spero di essere un pochettino più presente nel web nei prossimi giorni.


Approfondimento sullo stato di Queretaro: 1

Free Burma

“In support of our incredibly brave friends in Burma: may all people around the world wear a red shirt on Friday, September 28. Please forward!”


“A sostegno dei nostri amici incredibilmente coraggiosi in Birmania: venerdì 28 settembre indossiamo tutti quanti, in tutto il mondo, una maglietta rossa. Inoltra questo Messaggio!”


http://www.mizzima.com/


La scomparsa delle parole

Il progetto Enduring Voices , condotto dalla National Geographic Society in collaborazione con il Living Tongues Institute for Endangered Languages si stà occupando di preservare le lingue nel mondo tra le varie culture.

Secondo i recenti studi si stima che ogni 14 giorni una lingua muore e dal 2100 più della metà delle 7000 lingue parlate nel mondo attualmente scomprariranno perdendo cosi patrimoni culturali. Una lingua infatti definisce una cultura attraverso la gente che la parla. Molte volte è difficile trovare una traduzione appropriata per poter descrivere situazioni oppure una idea culturale.
Molte lingue native hanno culture orali ricche di storie, canzoni e dati storici che passano da generazione a generazione senza avere una forma scritta. Con l'estinzione della lingua una intera cultura è persa. Molte popolazioni indigene integrate con il mondo naturale hanno profonde conoscenze riguardo le terre in cui vivono, l'ecosistema fatto di animali e piante e in molti casi n…

Alta Quota

Sierra Gorda de Querétaro, México
Stò scoprendo con gusto il correre in alte quote.

Le esperienze passate nel Triathlon sono ancora fresche ma ora l'approcio è molto più "soft" e "filosofico"... diciamocelo... gli anni passano anche per me!
Darò certamente meno peso ai cronometri e ai tempi perchè in fondo quello che conta è il benessere fisico e mentale e saper assimilare cio che mi circonda.

Mi sono dovuto adeguare a quello che mi offre il territorio Messicano.

Infatti, nella zone centrali in cui mi trovo, la morfologia è caratterizzata da montagne e altitudini elevate ma con temperature sopportabili anzi... se si corre nelle ore di punta diurne il caldo si fà sentire.

Anche se ho iniziato tra parchi e vie asfaltate intorno alla casa, ho avvertito fin dalla mia prima corsa il richiamo delle montagne adiacenti che avvolgono in ogni punto.

Correre o camminare in montagna aiuta a tonificare i polmoni, il cuore, i muscoli e la mente. In mezzo alle montagne mi…

Passaggio a Nord Ovest

Come stà cambiando il mondo...
Con lo scioglimento dei ghiacci nell'artico si è aperto l'inacessibile Passaggio a Nord-Ovest, quella rotta che collega l'oceano Atlantico all'oceano Pacifico attraverso il canada settentrionale.


Ora si può navigare in questo passaggio anche nel periodo non estivo.
A testimoniarlo sono le immagini satellitari riprese da Envisat e che l' Esa ha pubblicato on line.



La forte riduzione avvenuta in meno di un anno dei ghiacciai è un campanello d'allarme, un fenomeno che si deve capire al più presto e da tenere in conto per poter capire i prossimi processi causati da questo scioglimento.



Approfondimenti: 1 e 2

Dichiarazione ONU sui diritti dei Popoli Indigeni

New York - I popoli indigeni di tutto il mondo celebrano l'approvazione da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione sui Diritti dei Popoli Indigeni. La dichiarazione è stata approvata con maggioranza schiacciante nel corso di una votazione che passerà alla storia.

Il voto costituisce l'epilogo di 22 anni di dibattiti e negoziazioni molto intensi. Australia, Nuova Zelanda, Canada e Stati Uniti hanno votato contro, mentre 143 nazioni si sono espresse a favore. Gli astenuti sono stati 11.

Dal Botswana, il Boscimane Jumanda Gakelebone, esponente dell'organizzazione First People of Kalahari, ha commentato: “Desideriamo dire che siamo veramente molto felici ed emozionati di sapere che è stata adottata la dichiarazione. Il documento riconosce che i governi non ci possono trattare come cittadini di seconda classe e dà protezione ai popoli tribali di tutto il mondo, che non potranno più essere cacciati dalle loro terre come è stato fatto con noi”.

Kip…

Monterrey Forum Universal de las Culturas 2007

Il giorno 20 di Settembre inizia a Monterrey, Mexico il Forum Universal de las Culturas.

Il forum, appoggiato dall' UNESCO è un appuntamento mondiale dove persone di tutto il mondo si confrontano attraverso il dialogo, esposizioni, ed espressioni culturali cercando soluzioni ai grandi problemi del nostro mondo. Questo evento ha l'obbiettivo di dare voce ai cittadini di tutto il mondo cercando di sensibilizzare i rischi ed i problemi che corrono le nostre società facendoci partecipare attivamente per risolverli attraverso le varie proposte.

Negli 80 giorni che durerà il Forum, si celebreranno differenti attività basate su 4 concetti fondamentali: Diversità Culturali, Sostenibilità, Conoscenza e Pace.
Questi 4 concetti saranno sviluppati in 12 punti:
Pace e spiritualità, Educazione e Conoscenza, Città e Popolazioni, Cultura della Salute e Qualità della Vita, Sviluppo, Governabilità e Partecipazione, Identità e Diversità, Scienza e Tecnologia, Diritti Umani e Giustizia, Comuni…

Wim Wenders

Che belli i films di Wim Wenders: poetici, visionari, descrittivi dove l'espressione visiva è sempre in connubio con la musica completandosi nel suo stile inconfondibile.

Come dimenticare il road movie Lo Stato delle Cose.
Paris, Texas con Nastassja Kinski: la polverosa storia d'amore raccontata tra le note tex-mex di Ry Cooder in sottofondo. Il Cielo sopra Berlino e poi il suo sequel Cosi lontano, cosi vicino: storie di angeli con grandi desideri terreni. L'omaggio al cinema tra le strade e i suoni di Lisbon Story con musiche dei Madredeus. E poi ancora Fino alla fine del Mondo, un inno al viaggio e al movimento, Al di là delle nuvole diretto insieme a Michelangelo Antonioni, il documentario Buena Vista Social Club nato inizialmente da un disco di Ry Cooder testamento della musica cubana tradizionale, e poi ancora The Million dollar Hotel da un progetto di Bono degli U2 che ha scritto e cantato alcune canzoni che accompagnano il film.


Da sempre Wenders nei suoi viaggi po…