venerdì 5 gennaio 2007

Costruire con la Terra


Il fabbisogno dell'uomo in costante crescita, ha portato allo sfruttamento urbanistico sconvolgendo gran parte del patrimonio naturale che aveva a disposizione, disboscando e impoverendo il suolo.
Costruire e mantenere in qualche modo inalterato l'habitat dovrebbe essere una prerogativa essenziale del nostro progetto espansivo. Si dovrebbe anche pensare a una forma meno aggressiva e più conforme all'ambiente nella architettura urbanistica pensando anche a uno sviluppo che utilizzi forme di energia alternative per un maggiore risparmio e quindi meno inquinanti. Il problema fondamentale è che lo sviluppo urbanistico è legato alle necessità dell'uomo dove a volte è altamente concentrato in determinate aree come quelle metropolitane. La necessità ha portato a vivere in comunità vastissime in aree spesso ridotte. Da qui nasce il bisogno di svilupparsi sia nella stessa area sia in quelle circostanti commettendo l'errore di non tenere conto del danno ambientale che si crea. Ora si stanno riconsiderando tecniche di costruzione dove vengono utilizzati materiali strettamenti legati alla terra e al luogo dello sviluppo. Un pò come gli antichi borghi italiani dove lo stile architettonico combina perfettamente con il medio ambiente.
Nelle zone morfologicamente adatte si possono costruire murature portanti con balle di paglia o con tecniche cob (il cob deriva da una parola inglese che significa blocco, ammasso, grumo ed è una tecnica del costruire con la terra che consiste nel realizzare l'abitazione mediante l'utilizzo di una mistura fatta di terra e paglia). Si utilizzano pertanto materiali che non danneggiano l'ambiente, riciclabili, con un ottimo coefficente termoisolante, traspirante, di basso costo e tecnicamente affidabili.
Tecniche molto antiche ma usate ancora oggi in diverse parti del mondo.
Buone idee per i nostri futuri sviluppi.

Per saperne di più:

Case di Terra

Terra Cruda

Cob Cottage

Earth Architecture

I Love Cob





Nessun commento:

Posta un commento