lunedì 22 gennaio 2007

Kyrill



I forti venti e la pioggia torrenziale portati in Germania, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Belgio dal ciclone Kyrill hanno messo sotto scacco vaste aree del nord Europa. Un cosa del genere da quel che me ne ricordo non si era mai visto.
Certo che anche le temperature alte hanno indotto alla formazione di questo fenomeno naturale che si forma tra l'incontro di correnti calde e fredde nei mari e nell'aria.
Colpa forse dei cambi climatici per il cosidetto effetto serra?
I danni sono stati tanti a parte quelli materiali: 47 i morti e un numero non ben definito di feriti.


Anche un mercantile inglese, il "Msc Napoli" è stato danneggiato.
Arenandosi, ha fatto cadere in mare alcuni containers (alcuni contenenti sostanze tossiche) e contaminato il mare con la fuoriuscita di petrolio provocando un ulteriore danno ambientale.

Nessun commento:

Posta un commento