lunedì 16 luglio 2007

I Popoli delle Steppe


I popoli delle steppe della mongolia, sono legati al nomadismo e a tutta la natura che li circonda considerata sacra. Una tradizione millenaria. Come quella dello sciamanesimo. Non esiste proprietà privata. La caccia e la pastorizia fanno parte del loro modo di vivere. Il cavallo è in genere parte attiva della loro vita cosi come la tradizione dell'arco e quella del canto tra cui il famoso Höömij.
Un canto diplofonico chiamato anche canto degli armonici (i cantori sono in grado di emettere due, o occasionalmente tre suoni contemporaneamente, combinando una nota grave tenuta, di bordone, con i suoni armonici destinati a fornire la melodia superiore), un canto di imitazione che riproduce le voci degli animali, quella dei fiumi, l’eco delle montagne e il suono del vento.
L'Höömij insomma è anch'esso legato alla propria terra e alla sua natura.

In tutti questi anni i popoli delle steppe hanno resistito a diversi tipi di contaminazioni tra cui quella della occupazione sovietica che per oltre 40 anni ha vietato alcune tradizioni.

Oggi, nel territorio della mongolia, vivono venti gruppi etnici, con caratteristiche e tradizioni peculiari ma con grandi problemi tra cui la minaccia dalla cosidetta globalizzazione.

Nessun commento:

Posta un commento