mercoledì 25 aprile 2007

Un altro pianeta da poter inquinare?


È di oggi la notizia della scoperta di un nuovo pianeta fuori dal sistema solare a circa 20.4 anni luce (193 mila miliardi di kilometri) dalla terra.
La particolarità di questo pianeta è che si suppone abbia un clima molto simile alla terra e ci sia anche acqua. Un pianeta roccioso e con una massa 5 volte più grande del nostro pianeta. La forza di gravità è di 2.2 volte maggiore rispetto alla terra e gira intorno a una stella rossa chiamata Gliese 581.
La ricerca fatta da un gruppo di ricercatori portoghesi e francesi ha come obiettivo future missioni dedicate alla ricerca della vita extraterrestre. Quel senso naturale di espansione di ogni essere ma ancora immaturo per quanto riguarda le nostre responsabilità e rispetto nei riguardi della natura di cui siamo parte integrante.

domenica 22 aprile 2007

Oltre 200 anni


Stati Uniti d'America: mappa animata che indica le guerre che si sono perpetuate fin dalla sua fondazione sul territorio e in tutto il mondo.
Un paese che è sempre stato in guerra.

sabato 21 aprile 2007

Il Potere del Simbolo



Il potere del simbolo non risiede solamente nel nostro intelletto ma in emozioni molto più profonde. L'intelletto è la finalità che cerca un punto fermo per dare una spiegazione. La coscienza emotiva ha un ritmo completamente diverso. Un ritmo incontrollabile, profondo, inspiegabile, indescrivibile, non lineare e senza un fine. Il sacro ha elementi che sfuggono agli schemi logici della ragione ed è impossibile ridurlo ad una definizione. Si deve cercare la sua essenza al di là dei dogmi se non lo si fà ci si limita a dargli solo una dimensione umana. Il simbolo scava in noi stessi, nelle nostre profondità, riducendoci, ampliandoci, andando oltre.

venerdì 20 aprile 2007

Ancora consigli...


Altri 10 consigli, questa volta in inglese direttamente dal sito della National Geographic, per il giorno della terra (che dovrebbe essere festeggiato tutti i giorni):

The Green Guide

martedì 17 aprile 2007

Chi ha popolato l'America del Nord?

Un domanda dalle mille risposte con altrettante teorie.
La più credibile fino adesso è stata quello che prende in considerazione il fatto che popolazione che si trovavano in asia durante il periodo della glaciazione tramite lo Stretto di Bering siano arrivati sull'attuale territorio nord americano.

Gli ultimi studi/scoperte si stanno orientando verso l'ipotesi che il continente americano fu popolato sia dallo stretto di Bering, sia da culture site sulle coste francesi e risalite, tramite la calotta di ghiaccio, fino al Canada. Queste nuove ipotesi si basano su ritrovamenti di resti di cultura che venivano solamente usati da queste popolazioni che si trovavano nell'attuale europa.


La questione sudamericana invece è piena di discordanze, molti scienziati mettono in forte dubbio il modello Clovis (stretto di Bering) per quanto riguarda il popolamento di queste regioni e stanno iniziando a prendere in considerazione altre ipotesi.

Qui di seguito troverete la nuova mappa che mostra i flussi migratori divulgata dalla National Geographic





domenica 15 aprile 2007

The Great Turtle Race



11 Tartarughe Leatherback verranno seguite tramite satellite e internet nel viaggio che le porterà dalla Costa Rica fino alle isole Galapagos.
L'iniziativa è nata, oltre che per capire i vari comportamenti, anche per sensibilizzare la scomparsa di questi esseri che vivono ormai da oltre 100 milioni di anni.
Dopo aver percorso all'incirca 2000 km arriveranno appunto sulle coste delle isole di Galapagos per depositare le uova e in cerca di alimento.
Per maggiori informazioni: The Great Turtle Race

martedì 3 aprile 2007

Nativo

Per me la parola nativo è strettamente legata alle culture della terra fatte di interdipendenze tra il singolo e il tutto che ci circondano e che ci interconnette fatto quindi di rispetto e riconoscenza.

La mia cultura mi fa sentire parte del tutto e va al di là della parola creatore essendo focalizzato solo nel riconoscere un eterno presente, un cerchio e un fluire senza inizio e senza fine e mai uguale.

La vita per me è un viaggio spirituale assoluto che si manifesta, come accade nelle migrazioni, nel movimento e che ha lo scopo di acquisire conoscenza attraverso le varie esperienze.