Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2009

Bisonti in Chihuahua

Per millenni hanno popolato le zone settentrionali del Messico nutrendosi di vegetazione e facilitando le condizioni di vita di altre specie come il cane della prateria o il corriere montano.

La sua esistenza incrementava la diversità biologica Nordamericana, però al quasi scomparire nel XIXº secolo, il suo importante ruolo ecologico scomparse.
Oggi i governi di Canada, Stati Uniti e Messico lavorano insieme per recuperare zone per poter rinserire una delle specie più importanti dell'ecosistema delle praterie: il bisonte.

Durante la cerimonia commemorativa del "Día Nacional por la Conservación" lo scorso 27 novembre ne sono stati liberati 23 di esemplari nell'area naturale protetta del Rancho El Uno nel municipio di Janos, Chihuahua, provenienti dal Parco Nazionale Wind Cave, Dakota del Sur.
Il segretario del Medio Ambiente e dei Ricorsi Naturali, Juan Rafael Elvira
Quesada, ha spiegato che questa specie ha un ruolo importante per la rigenerazione dei prati e l'obiett…

Firmamento Messicano

Il cielo ha accompagnato l'umanità durante la sua esistenza, e la sua influenza è stata fondamentale per l'evoluzione intellettuale. Grazie agli stimoli visuali di questo grande spazio cosmico l'uomo prese coscienza dei movimenti delle stelle intraprendendo cosi il suo cammino nel campo della scienza astronomica espandendo la sua visione cosmica.
In Messico anche l'uomo precolombiano approfondì la sua conoscenza di questo cielo pieno di bellezza ma allo stesso tempo pieno di incognite. Con il passare dei secoli imparò a sviluppare tecniche per conoscere i movimenti ed i periodi di osservazione dei principali corpi celesti. Riuscì cosi a generare un punto temporale per organizzare tutte le sue attività creando un sistema basato su di un calendario essenziale per il funzionamento di quelle società. Questo avvicinamento agli astri da parte dell'uomo mesoamericano era il risultato di un sentimento culturale che attribuiva il comportamento degli astri con quello degli de…

La Cueva de los Cristales

Il Messico è una terra delle infinite meraviglie.
Riesce sempre a sorprendere anche con la sua natura, custode di molti segreti che si nascondono perfino sotto la terra come il caso de la Cueva de los Cristales de Naica.

La Miniera di Naica è situata nel deserto di Chihuahua, nel Messico settentrionale, da dove viene estratto piombo ed argento.

Nel 1910 a 120 metri di profondità si scoprì la Cueva de las Espadas (Grotta delle Spade) una cavità constituita da un corridoio lungo 87 metri ricoperto da cristalli che potevano arrivare a misurare due metri di altezza.

Dopo quasi 100 anni, nell'aprile del 2000 a circa 300 metri di profondità si scoprirono altre tre cavità naturali: El Ojo de la Reina (L'occhio della Regina), la Cueva de las Velas (Grotta delle Candele), e la straordinaria Cueva de los Cristales (Grotta dei Cristalli), una grotta letteralmente invasa da centinaia di immense colonne di cristallo trasparenti.

Le grotte furono scoperte in maniera casuale, infatti l'acqua …

Allevamenti Intensivi ed Influenza

Ci sono stati mesi un pò confusi e allarmanti quest'anno qui in Messico.
Un anno molto duro sotto molti aspetti. L'influenza A/H1N1 devo dire ha fatto la parte da leone rovinando ulteriolmente l'immagine di questo paese.
Spaventati all'inizio per le poche notizie che si avevano, con il tempo si è venuto a conoscenza di molte cose mentre il virus varcava i confini per espandersi in tutto il mondo.

Di come si sia creata questa influenza però non se ne parla molto al limite si incolpa il Messico per averla esportata al di là dei suoi confini.
Bene, secondo il Dr. Michael Greg direttore della 'Public Health and Animal Agriculture at the Humane Society of the United States', questo tipo di influenza incominciò a svilupparsi nei primi del 900 del secolo scorso dove si registrò la peggiore piaga della storia dell'umanità dovuta a un virus aviario conosciuto come H1N1 che si trasmise dagli uccelli agli esseri umani e riuscì a uccidere una quantità che variava dai 50 ai…

Dias de lluvias

Un ricordo, in modo particolare, riaffiora ogni volta che penso a come sia cominciato il coinvolgimento vero, l’inizio di una vaga intuizione, divenuta poi consapevolezza che nulla sarebbe più stato come prima. E’ un immagine curiosa nella sua banalità, la semplice attesa davanti alla macchina con l’ennesima rogna al motore, standosene sotto una tettoia di zinco su cui batteva una pioggia fine. Il meccanico la guardava senza dire niente, e ogni tanto sbirciava me, con un mezzo sorriso indecifrabile. La pioggia era sola una scusa. A nessuno, li, importava nulla di bagnarsi, faceva abbastanza caldo da infradiciarsi comunque per l’umidità, e starsene sotto quella tettoia era soltanto una buona occasione per smettere di fare le cose di sempre. L’uomo aveva un età indefinibile, forse era molto più vecchio di quanto apparisse, indossava una tuta di cui si era smarrita ogni memoria dell’originario colore, e teneva le mani in tasca senza decidersi a fare quel che io speravo: dire cosa second…

A piedi nudi

La consapevolezza del momento, l'essere presente nel singolo istante, agire in questo preciso momento.
Essere presenti nel qui ora è lo strumento che ci permette di vivere nella piena espressione delle nostre possibilità. Parlare di qui e ora è diverso da sperimentarlo.

La corsa è uno degli innumerevoli modi di questa vita per metterlo in pratica.

Correre, camminare, il muoversi in generale è un modo di agire ed è un modo di agire naturale.
Ascoltarci, ascoltare il nostro corpo, il battere del cuore, il nostro respiro, sentire i propri polmoni espandersi, sentire il corpo unirsi all'anima e all'universo intero queste sono fondamentalmente le sensazioni che dovrebbero appagarci e farci sentire in qualche modo in armonia con noi stessi e con tutto ciò che ci circonda, estensione quest'ultima della nostro essere.

Ne ho già parlato diverse volte in questo blog del perchè l'uomo sia strutturalmente fatto così e della nostra predisposizione del movimento che abbiamo n…

Nati per correre

È di oggi un articolo della Repubblica che si ricollega in qualche modo alla teoria di Lieberman e Dennis Bramble.

'Bolt? Qualunque aborigeno della preistoria l'avrebbe surclassato. Il record mondiale del salto in alto è stato, almeno fino a un secolo fa, alla portata di buona parte dei giovani Tutsi, del Ruanda, che nelle cerimonie di iniziazione all'età adulta saltavano 2,50 metri e più, contro i 2,45 di Sotomayor. Questi ed altri esempi si possono trovare in un libro dell'antropologo australiano Peter McAllister, intitolato Manthropology, dove lo studioso smitizza sistematicamente il mito del progresso fisico-atletico della nostra specie, e in particolare del genere maschile.

Il sottotitolo, che suona come "La scienza dell'inadeguatezza dell'uomo moderno" è di per sé eloquente premessa della tesi dello studioso: il maschio dei nostri giorni è una mezza cartuccia. "Se stai leggendo questo libro - scrive McAllister nella sua prefazione - o se sei …

GPS

Durante il mio viaggio in Italia ho approfittato per comprare un GPS da polso molto utile durante le corse e i giri in bici. La mia scelta è ricaduta sul Forerunner 310xt.


Questo preciso GPS è dotato di funzioni come il cronografo, il calcolo delle distanze, quello delle calorie consumate e della frequenza cardiaca, altitudini, pendenze, velocità medie e massime, virtual partner e waypoint.

Ha una cassa completamente impermeabile che al cospetto del suo predecessore il Forerunner 305 e il modello più piccolo con ghiera, il Forerunner 405, non presenta problemi con l'acqua. Anzi, per la sua duttilità può essere usato anche per attività come il kayak e il nuoto.
Sembra più grande di quello che realmente è ma un punto a suo favore è proprio la sua leggerezza e comodità sul polso.
Con questo aggeggino mi sono un pò divertito quest'estate correndo e andando in bici sul lungomare.
Appena arrivato in Messico ho voluto subito metterlo alla prova per capire a quale altitudine ci trovia…

Di ritorno

Eccomi di nuovo a casa.
Eccomi di nuovo in Messico dopo una sosta durata quasi 3 mesi.
Erano 3 anni che non tornavo in Italia e devo dire che me lo sono proprio goduto questo viaggio.
Incontrare amici dopo cosi tanto tempo fà bene. Condividere ed abbracciarsi con persone che il tempo ha saldato al proprio cuore è una delle cose più belle di questa vita. Ho perfino incontrato persone con cui feci il militare 20 anni fà e che non vedevo da quella data!
È stato un periodo di profondo relax tra spiagge e montagne. Il mese di settembre spettacolare. Per me da sempre il migliore per la sua tranquillità ma anche per quel cambio imminente che aspetta di arrivare. Ogni singolo istante l'ho goduto in pieno. Una riconciliazione con la mia terra che stavo ormai perdendo.
Ho visitato la Sicilia, la terra di mia madre, che con i suoi luoghi e la sua gente è riuscita a stupirmi ancora una volta. Io e Perla ci siamo ripromessi di tornarla a visitare alla prima occasione. E poi ancora i sassi di Matera…

Vacanze

Estate tempo di vacanze e di viaggi.
Cosa possiamo fare per ridurre il nostro impatto ambientale durante questo periodo?

Alcuni consigli dal sito del WWF Italia:

1. > Riduci al minimo indispensabile gli spostamenti aerei. Ormai lo sai che il traffico aereo ha un impatto diretto sul cambiamento climatico. Valuta anche vacanze vicine a casa o località che puoi raggiungere con altri mezzi di trasporto.
2. > Cerca di muoverti con i mezzi pubblici, taxi compresi e meglio che mai i treni, tutte le volte che puoi.
3. > In auto spegni il motore quando sei in sosta o bloccato nel traffico, risparmierai carburante, soldi e CO2.
4. > Noleggia la bici, ecologica ed economica, e un’occasione per immergerti nel paesaggio, con i suoi colori, profumi e suoni…
5. > Fai una passeggiata! Gironzola a piedi, nelle città o in natura, rallenta il ritmo…
6. > Abbandona quegli sports che danneggiano l’ambiente, che prevedono l’uso dei motori e il consumo di carburanti e di acqua in quantità.
7. > …

Xochicalco

Xochicalco: luogo della casa dei fiori. Fondato nel 200 a.C. , ebbe il maggior splendore tra il 650 e il 900 d. C. , questo luogo si caratterizza con i suoi edifici per essere un punto di osservazione celeste tra i più interessanti in Messico. La cosmovisione dei suoi antichi abitanti permise di incorporare le regolarità del movimento degli astri del proprio intorno geografico in questa straordinaria urbanizzazione che ancora oggi possiamo ammirare. Xochicalco si trova nello stato messicano di Morelos e fà parte di quei luoghi patrimonio dell'umanità. La sua posizione privilegiata sopra la cima di una grande collina, oltre che a dominare un ampio paesaggio e permettere una facile difesa, si complementava quindi con l'osservazione astronomico-geografico. Dimostrazione di grande perspicacia sviluppata nei trascorsi dei millenni dalle popolazione mesoamericane per introdurre nella loro cosmovisione concetti spazio-temporali connessi con il rituale-paesaggistico. Il complesso del…

HOME

La nostra casa la terra. Home è uno straordinario documentario dedicato al nostro pianeta diffuso in 50 paesi lo scorso 5 di giugno. Le tematiche trattate sono simili al documentario di Al Gore "An inconvenient truth" o andando un pò più indietro a "Koyaanisqatsi"
Qui però le immagini e le tecniche di registrazioni sono straordinarie e di altissima qualità. Un film che si racconta tranquillamente da solo guardando gli splendidi scenari. La trama del film è incentrata sulla bellezza del nostro pianeta e sui vincoli legata ad essa tra cui quello dell'uomo.


"HOME denuncia lo stato attuale della Terra, il suo clima e le ripercussioni a lungo termine sul suo futuro. Un tema che viene continuamente espresso lungo tutto il documentario è quello del delicato e fondamentale collegamento che esiste tra tutti gli organismi che vi fanno parte.

Il documentario inizia con le riprese di grandi paesaggi vulcanici spiegando la connessione che esiste tra le alghe monocellulari…

Sonnolenza Messicana

Sono giorni che non scrivo sul blog. Un torpore dovuto al caldo torrido di questi ultimi 3 mesi. Poca voglia di stare a casa e sul computer. Inizio la giornata prestissimo anche per le zanzare che non fanno dormire nonostante le nostre finestre siano disposte di zanzariere. C'e' nè sempre una che riesce farla franca. Verso le 7.30 di mattina vado a correre quando ancora si può bocheggiare. Poi arriva il caldo. Un caldo secco che nemmeno fà sudare. La pelle bruciata da un sole completamente differente dal nostro italiano. Ci rinfreschiamo con fresche bevande, granite e insalate varie. Sono le 8 di sera in questo momento con 30º C in questa stanza ma stà finalmente piovendo. Il primo giorno di vera pioggia qui a Queretaro. Questo anno è arrivata in ritardo. Sospirata dalla tanta attesa. Questa notte spero di dormire al fresco.

Il secondo blog

Ebbene si... nel mio piccolo ho deciso di rilanciare l'economia turistica del Messico dopo che la crisi economica, l'insicurezza e l'influenza hanno colpito al cuore questa nazione :)
Ho deciso di rilanciarla tramite un nuovo blog dedicato esclusivamente ai viaggiatori che hanno intenzione di visitare questo posto.
Nel blog verranno inseriti itinerari differenti che ho compiuto personalmente: alcuni famosi al turismo cosi detto di massa altri un pò meno. Messico ha un territorio così vasto che è un peccato che solamente determinate zone siano conosciute a livello mondiale.
In questo momento ho editato gli itinerari già presenti su questo blog ma presto ne inserirò dei nuovi. Links e consigli saranno presto aggiunti.
I commenti sono momentaneamente disabilitati.

Tutto è ancora in fase embrionale ma spero di fare un lavoro utile.

Il nuovo blog è raggiungibile cliccando sul seguente link:

http://itinerarimessicani.blogspot.com/

Buona lettura!

Le Balene lo sanno

Pino Cacucci... con lui ho conosciuto il Messico ancor prima di arrivarci.
Il suo nuovo libro: "Le Balene lo sanno"

"Tu dici California e pensi al Golden Gate di San Francisco, alle spiagge sabbiose di Malibu, agli studi cinematografici di Hollywood. E invece, appena più giù, c'è un'altra California, che a metà Ottocento seppe resistere all'avanzata delle truppe statunitensi e conservare la propria integrità e indipendenza. E la Baja California, la California messicana: la più lunga penisola del mondo, quasi duemila chilometri conficcati nel cuore dell'Oceano Pacifico. Pino Cacucci è ritornato nel "suo" Messico per attraversarla e per raccontarla, da sud a nord, da La Paz alla frontiera di Tijuana. Lungo la Carretera Federai I, detta anche Transpeninsular, ha raccolto storie di pirati e tesori sepolti, di gesuiti e missioni abbandonate, di indios e viaggiatori perduti. Sulle orme di Steinbeck, che qui viaggiò nel 1940, ha riscoperto leggende d…

Adelante

Un pò a rilento questo blog ultimamente.
Abbiamo fatto dei lavori di ristrutturazione in alcuni locali e sistemato il tetto anche della casa dopo che i gorriónes rojos sono riusciti finalmente ad imparare a volare e lasciare il proprio nido.
La situazione in Messico è sempre in allerta per via della influenza.
Pian pianino però si stà ritornando alla normalità considerando il fatto che si stà controllando il virus con misure di sicurezza che purtroppo non stanno considerando negli Stati Uniti dove i casi di influenza dichiarati sono diventati più di quelli del Messico.
Questo paese è stato discriminato per questa situazione da molti paesi tra i quali anche da quelli latini dove per ragioni di sicurezza hanno trattato in alcuni casi i messicani come lebbrosi nonostante fossero in buona salute.
Il turismo purtroppo qui in Messico praticamente non esiste più. Non so quanto tempo ci vorrà per ristabilire la normalità.
Avevamo intenzione di sviluppare un progetto basato sul turismo in queste ult…

Sondaggio

33 voti per uno smilzo sondaggio durato un anno per capire la concentrazione della popolazione nelle aree urbane dei lettori che passavano a leggere queste pagine.
Presi spunto da degli articoli della National Geographic che commentai nel blog nei mesi di aprile e maggio 2008 riguardanti i problemi della terra. Il tempo è passato davvero in fretta.

Alla domanda "Quanti abitanti ha il tuo centro urbano?":

- 9 persone (pari al 27% di tutti i votanti) hanno risposto più di un milione
- 1 persona (pari al 3% di tutti i votanti) ha risposto tra 500 mila e un milione
- 1 persona (pari al 3% di tutti i votanti) ha risposto tra 100 mila e 500 mila
- 12 persone (pari al 36% di tutti i votanti) hanno risposto tra 15 mila e 100 mila
- 10 persone (pari al 30% di tutti i votanti) hanno risposto meno di 15 mila

In vantaggio sono prevalse le persone che abitano praticamente nella cosidetta provincia.

Sondaggio a parte il problema del nostro impatto umano è sempre in ogni caso attuale. Uno cosa c…

Pues...

Non stiamo vivendo tempi facili, tra le triste notizie prevenute dal terremoto dell'Aquila fino a questa febbre suina partita proprio qui dal Messico.
Io e Perla in questo momento stiamo bene ma con il fiato sospeso per l'evolversi di questo virus.
Dispiace vedere un paese già in difficoltà essere ancora messo a dura prova da questo problema.
Il popolo messicano è stato sempre un popolo combattente e dedito al sacrificio, qualità che ho sempre ammirato.
Non si sà ancora dove si sia sviluppato il virus trasmettibile da uomo a uomo. Si sà che se preso in tempo dentro le prime ore dalla sua manifestazione si può guarire con antivirali.
I casi sono circa 1500 in questo momento in Messico.
Tenendo conto che questo paese ha circa 100 milioni di abitanti, stiamo parlando di un 0.001% della popolazione infetta.
Inoltre in queste ultime ore le persone dichiarate infette sono diminuite.
Cifre che un pò rassicurano.
In ogni modo in questo momento non consiglio a nessuno di venire in Messico fino …

Gorriónes Rojo

Una coppia di gorriónes rojo, dei passeri rossi, erano in fermento da un pò di giorni intenti a preparare il loro nido sotto il tetto di casa mia.


Finalmente sono nati.
Le mattine ora hanno un sapore tutto particolare con il loro gradevole canticchiare.
Il nido è stato fatto in un punto ben strategico lontano dai maggiori pericoli.
A volte riesco a scorgere la testolina o la coda di qualcuno della famiglia.

Il papà vigila mentre scatto la foto al suo nido

A Querétaro stà facendo tanto caldo. La covata è iniziata a fine marzo con l'arrivo della primavera. Era già un buon segnale.

Inquieto

"Senza volontà senza sapere quando
Sarà una luna nuova
Una forte nevicata un temporale
L'arresto che consegue il terremoto

Allora un lampo unisce gli occhi e il cuore
Con borbottìo di tuono muovono le parole
Torna il tempo ritorna l'energia
Torna la vita torna il mattino vuoto
Vuoto
Vuoto
Vuoto

E donne strette dentro scialli neri
Vennero a reclamare scelte chiare
Stavano i vecchi accovacciati ai muri
Attenti i bimbi attenti i cani
Attenti!

E donne strette dentro scialli neri
Vennero a reclamare scelte chiare
Stavano i vecchi accovacciati ai muri
Attenti i bimbi attenti i cani
Attenti!

Mattino vuoto luminoso pieno
S'avvia verso la sera il pomeriggio
Pomeriggio dolce la notte consola
Consola il mondo che s'è infittito
Gremito di presenze rimpicciolito
Gremito di presenze il vuoto è pieno
Pieno
Pieno
Pieno

S'incupa al suono s'avviluppa si blocca
S'avviluppa si blocca
Ognuno si rincuccia dove può

E donne strette dentro scialli neri
Vennero a reclamare scelte chiare
Stavano i vecchi accovacc…

Tragedia

Vicino con il cuore alla gente e ai luoghi tanto a me cari quali quelli dell'Aquila.
Ho saputo della notizia ieri sera appena tornato a casa.
Oggi stò materializzando con le immagini e le notizie provenienti dai media la gravità del terremoto.
L'Aquila e i suoi dintorni sono irriconoscibili.
Non è tempo per fare polemiche ma di aiutare le persone che sono rimaste coinvolte...

In questi giorni ho scoperto che walmart e conquistadores españoles sono la stessa cosa..

Savage gods of the Aztecs

L'ho scoperto in questi giorni sotto le festività primaverili notandolo sopratutto nel sincretismo delle cerimonie.

Walmart, e i centri commerciali in genere, "propongono" prezzi stracciati con il proposito di fare chiudere i diretti concorrenti cioè i piccoli negozi, impoverendo identità di interi paesi e città.


I conquistadores hanno "proposto" il loro Dio facendo sparire in poco tempo identità culturali millenarie.


La storia che si ripete...

Anima Mundi

"Quando il bambino era bambino, se ne andava a braccia appese.
Voleva che il ruscello fosse un fiume, il fiume un torrente, e questa pozza il mare.
Quando il bambino era bambino, non sapeva d'essere un bambino.
Per lui tutto aveva un'anima, e tutte le anime erano tutt'uno.
Quando il bambino era bambino, su niente aveva un'opinione.
Non aveva abitudini.
Sedeva spesso a gambe incrociate, e di colpo sgusciava via.
Aveva un vortice tra i capelli, e non faceva facce da fotografo.
Quando il bambino era bambino, era l'epoca di queste domande:
Perché io sono io, e perché non sei tu?
Perché sono qui, e perché non sono lí?
Quando é cominciato il tempo, e dove finisce lo spazio?
La vita sotto il sole, é forse solo un sogno?
Non é solo l'apparenza di un mondo davanti a un mondo, quello che vedo, sento e odoro?
C'é veramente il male?
E gente veramente cattiva?
Come puó essere che io, che sono io, non c'ero prima di diventare?
E che un giorno io, che sono io, non saró piú quel…

Avvistamento Balene Grige nella Laguna Ojo de Liebre: consigli

Nella mappa sottostante sono indicate le 2 zone dove è permesso avvistare le balene.
Vi consiglio di scegliere le agenzie dei tour che organizzano gli avvistamenti nella Zona 2, la zona blu nella mappa sottostante. Questa zona è più tranquilla rispetto alla Zona 1, quella rossa. Quest'ultima, essendo vicina all'entrata all'Oceano Pacifico, ha il mare più mosso e quindi le onde possono incidere particolarmente sugli avvistamenti e gli incontri ravvicinati con le balene.
La zona 2, oltre ad essere una zona più riparata e quindi più tranquilla, ha i fondali più bassi ideali per insegnare ai cuccioli di balena a muoversi nell'ambiente marino.
Per questo motivo è la zona con più concentrazione di balene rispetto alla Zona 1.
I mesi migliori: Febbraio-Marzo

Inoltre consiglio di prenotare il primo tour del mattino (in genere partono alle ore 8).
Nelle prime ore della giornata, il vento, molto frequente in queste zone, non è ancora forte e di conseguenza il mare non è mosso come mag…

Itinerari Messicani: Baja California Sur

Visualizzazione ingrandita della mappa
Eccomi qua finalmente a raccontare la nostra pato aventura.
Il nostro viaggio questa volta è stato un viaggio particolare.
La prima parte è stata dedicata all'avvistamento e al contatto con le Balene Grige, mentre la seconda è stata dedicata alla scoperta dei luoghi più caratteristici di questa meravigliosa penisola.
Abbiamo affittato una macchina per gli spostamenti e in 12 giorni siamo riusciti a conoscere le zone che ci eravamo prefissati di visitare.
Abbiamo prenotato alcuni alberghi ed il volo circa 10 giorni prima di partire. Altri hotels invece li abbiamo trovati lungo il tragitto.
È stato un viaggio davvero emozionante.

Spero che le informazioni che troverete di seguito, possano essere di aiuto alle persone che intendono visitare questi luoghi.
Per questo motivo elencherò, dove possibile, links di hotels, compagnie di viaggi/eco-tours, ristoranti ed altri ancora.

Questo post lo aggiornerò un pò alla volta trascrivendo le annotazioni che ho scr…