venerdì 17 aprile 2009

Gorriónes Rojo

Una coppia di gorriónes rojo, dei passeri rossi, erano in fermento da un pò di giorni intenti a preparare il loro nido sotto il tetto di casa mia.


Finalmente sono nati.
Le mattine ora hanno un sapore tutto particolare con il loro gradevole canticchiare.
Il nido è stato fatto in un punto ben strategico lontano dai maggiori pericoli.
A volte riesco a scorgere la testolina o la coda di qualcuno della famiglia.

Il papà vigila mentre scatto la foto al suo nido

A Querétaro stà facendo tanto caldo. La covata è iniziata a fine marzo con l'arrivo della primavera. Era già un buon segnale.

13 commenti:

  1. Spero che casa tua non diventi un condominio di gorriones, troppi sono troppi.
    Bellissima la foto del soggetto : )

    RispondiElimina
  2. A.A.A.A.A

    scambio nido piccione vulgaris con gorrion rojo.
    Astenersi LIPU e perditempo!

    :-D

    RispondiElimina
  3. Ahahah sei forte!

    Non è che uno di questi giorni troveremo anche il piccione vulgaris tra le tue ricette? :D

    RispondiElimina
  4. La coppietta di piccioncini ha già corso un rischio altissimo quando feci la pastilla marocchina, che in effetti prevede proprio il piccione come ingrediente...

    Senta lei, ma quegli uccelletti carini con la testina tonda tonda e il piumaggio grigio marroncino che ho visto solo in Messico, hai idea di come si chiamino?

    RispondiElimina
  5. con il becco un pò più pronunciato rispetto al passero?

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia.....
    Bello... bello.... bello....
    Francesca

    RispondiElimina
  7. Quando il cuore degli uomini si adaggai sul cuore di così tanti assai cari fratelli minori è un grande amore che fa sorridere e gioire i fratelli maggiori.

    RispondiElimina
  8. Ciao Andrea,
    qui in Italia arrivano inquietanti notizie approposito dell'influenza dei suini che è stata trasmessa anche all'uomo! Mi puoi dire come stanno davvero le cose? La situazione è davvero tanto grave???
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  9. Oddio,
    non mi ricordo com'è il becco, mentre il passero tutto sommato è tozzo, questi sono più eleganti e hanno un manto con dei motivi quasi aztechi (noblesse oblige)!

    RispondiElimina
  10. Hola Andrea, qué tal en Mexico?

    So che state avendo qualche serio problema con l'influenza... Tu, tutto bene? Qui a Bilbao hanno isolato "un caso sospetto".

    Che informazioni avete voi? Che di sicuro qua da noi arrivano un po' distorte...

    RispondiElimina
  11. Flavio no tengo idea :)

    Gaia ho pensato a te quando ho sentito i casi di Bilbao.
    Io stò bene in questo momento.
    La situazione però è molto difficile qui in Messico.
    Staremo a vedere come si evolve.
    Le informazioni non sono per niente ottimistiche. Si sà solo che se presa in tempo, ovvero nelle prime 48 ore, gli antivirali sono efficenti.
    Suppongo che le persone morte fino adesso siano arrivate all'ospedale ormai in gravi condizioni respiratorie.

    Vams a ver que pasa...

    RispondiElimina
  12. Eh già... Non si può fare molto altro, suppongo.
    Cuidate
    G.

    RispondiElimina