domenica 10 gennaio 2010

Ritorno alle origini

Chili & io

Vibram FiveFingers KSO. Sono arrivate una quindicina di giorni fà dopo un'attesa di oltre un mese in quanto in Messico sono un pò difficili da reperire. Elastiche e leggerissime (non arrivano ai 320 gr il paio), sono come dei guanti in tessuto strech antiabrasivo che si mettono ai piedi per poter camminare in modo naturale. Permetteno un contatto diretto e profondo con l'ambiente circostante. Una suola di 3.5 mm è l'unica barriera che separa il piede dal terreno ma non impedisce di avere sensibilità, equilibrio, agilità e propriocezione. Sono state concepite insomma per agevolare la naturale biomeccanica del piede. Un ritorno alle origini.

In quindici giorni ho sentito un miglioramento nei muscoli delle mie gambe, nel tipo di camminata e nella mia schiena che in questi ultimi tempi mi stava dando qualche problema.

All'inizio bisogna usarle gradualmente (1 o 2 ore al giorno) in quanto vengono riattivati muscoli e posizioni di camminata che con le scarpe convenzionali sono stati assopiti con anni di costrizione.

Ieri ho iniziato a correrci. La sensazione è certamente quella di correre a piedi nudi nonostante si abbia quella protezione millimetrica che permette di muoversi con più sicurezza contro le abrasioni.

Sento il piede aprirsi in cerca di un buon appoggio. Si ha una piacevole sensazione di espansione sotto la pianta del piede. Quest'ultimo sembra esplorare in maniera più diretta il suolo in cui appoggia. Le falcate sono più vigorose, decise e potenti.

Quando si corre a piedi nudi si atterra sull'avampiede. Il tallone appoggia di seguito controllato dai muscoli del polpaccio.
Nelle scarpe da corsa tradizionali il tallone è più rialzato rispetto all'avampiede. Con le FiveFingers il tallone e l'avampiede sono sullo stesso livello proprio come se fossimo a piedi nudi.
Le FiveFingers danno la possibilità di correre in modo naturale e cioè appoggiando sul terreno prima l'avampiede coinvolgendo i muscoli del piede e della parte bassa della gamba solo nel momento in cui si appoggerà il tallone al terreno.
Questo stile di corsa è più corretto e porterà a un numero minore di infortuni, oltre a essere biomeccanicamente più sano dal punto di vista della distribuzione dell'energia e della forza.

Un video per capire meglio la differenza:


Il corpo umano non è fatto per correre con l'appoggio sul tallone ma dell'avampiede.

Ora non mi resta che incominciare ad incrementare le distanze riscoprendo un pò alla volta il vero senso della corsa.

mercoledì 6 gennaio 2010

Calendario Lunare


Per chi fosse interessato un calendario lunare che ho fatto in questi giorni.
Un piccolo pensiero dedicato ai lettori di questo blog.
Il calendario è in Español ma di facile comprensione.

Scarica qui il file zip contenente le immagini del calendario.

Buon Anno a tutti!