venerdì 21 settembre 2012

Esploratore 2.0

"The map is not the territory.
The name is not the thing named."

Gregory Bateson




QroTrails.com è un progetto personale nato circa due anni fà dalla voglia di mettere a disposizione tracce di percorsi alle persone che vogliono visitare lo stato di Querétaro, andando in Mountain Bike, oppure facendo Trail Running o semplicemente camminando, Trekking, incentivando l'attività fisica per poter conoscere meglio e con ritmi differenti questo affascinante territorio.

Un piacevole riconoscimento da parte di Asomarte, una rivista locale

Devo dire che per me arrivando qui in Messico è una continua scoperta di luoghi meravigliosi.
L'esplorazione è qualcosa che mi ha sempre incuriosito d'altro canto.

I vasti territori americani permettono a volte di farmi sentire in mezzo a un bel niente ma allo stesso in mezzo al tutto in quel preciso istante dove sono me stesso, la mia forza e la mia curiosità e quella adrenalina... tutti elementi che mi permettono di proseguire senza timore in quel misterioso atto del scoprire. È vero poi che non conta la destinazione ma il viaggio. Quante emozioni si provano durante il tragitto. La curiosità e la bellezza di tutto quello che mi avvolge. Non tutto però è wilderness e spesso si passa per piccole comunità, paesini inimmaginabili che in quel preciso istante possono essere l'ombelico del mondo.

Ma a parte l'irrequietezza del mio essere come organizzo una esplorazione?
Una esplorazione inizia come già detto innanzitutto dalla curiosità. Una foto, un video, una recensione o una semplice occhiata magari ad un percorso limitrofe in una precedente uscita, possono farmi venire la voglia di voler conoscere un determinato posto.
Sono fortunato di essere cresciuto in questa epoca dove la tecnologia mette a disposizione mezzi tali da facilitare una buona pianificazione dell'itinerario. I social network ed internet sono una fonte di informazione infinita.
Come se fosse un rito con Google Earth traccio percorsi, unisco sentieri con sterrati e single track, visualizzando la loro lunghezza, la morfologia del territorio, il profilo altimetrico, il dislivello complessivo, la natura del suolo ed i punti di orientamento.

Una delle tante tracce

Da qui inizia la logistica tenendo in conto della durata prevista dell'esplorazione, la migliore stagione per il percorso e quindi le condizioni metereologiche previste per il giorno in cui voglio fare l'escursione, le tappe, l'abbigliamento, l'equipaggiamento, gli utensili, i pezzi di ricambio nel caso vadi in bicicletta e le scorte di acqua e alimenti. Una serie di fattori fondamentali per la buona riuscita del viaggio. Questo tipo di organizzazione evita inconvenienti che a volte possono essere fondamentali per la propria sicurezza tra deserti e montagne.

Successivamente inserisco la traccia nel gps, un amico utile che mi permette di avere sempre il percorso nel palmo della mano o sul manubrio della mia bici. Anche le carte topografiche mi sono di grande aiuto ed è proprio con queste che ho incominciato a girovagare ed orientarmi anni fà nelle escursioni che facevo in Italia. I consigli di qualche compagno di avventura che già conosce il posto è sempre utile così come l'aiuto delle persone del luogo. Nessuno conosce il posto meglio di chi vi abita.

In ogni caso la mappa non è il territorio è ciò che ho programmato solo in parte si riscontra nel percorso ed è proprio qui in questa seconda fase della esplorazione dove scopro con sforzo ed entusiasmo una realtà distinta di come me la immaginavo. 
L'esplorazione è qualcosa di eccitante e misteriosa soprattutto quando i luoghi sono remoti e la buona riuscita del viaggio insieme alle emozioni scaturite dai bei paesaggi sono cose che rimangono impresse nell'essere.

Cañon del Paraiso, Sierra Gorda de Querétaro

La scoperta dell'ignoto è qualcosa che amplifica le proprie potenzialità. Ed è in queste occasioni che si scoprono oltre che ai territori esterni anche quelli personali.

I territori interni.

1 commento:

  1. Bravo paisano, mi sembra tu abbia avuto un'eccellente idea e non hai idea di quanto t'invidio!

    Un abrazo

    RispondiElimina