Passa ai contenuti principali

Mesa Grande

Mesa Grande ovvero un altipiano che si trova localizzato tra gli stati messicani di Querétaro e Guanajuato. Un meraviglioso altopiano che per il suo difficile accesso è ignorato da quasi tutti. La prima volta che visitai la Mesa Grande fù nel mese di settembre dell'anno scorso. Incuriosito dalle immagini satellitari della sua vastità a più di 2700 mslm. Conoscevo i luoghi e le comunità che si trovano vicino alle sue falde come Los Pilones (curiose formazioni bizzarre di rocce), la diga del Carmen, la comunità de La Gotera e La Laborcilla. Quest'ultima crocevia di alcuni cammini che tralasciavano intuire qualcosa di più grande vedendo la bellezza delle rocce che avvolgono la Mesa Grande. Fù cosi, per curiosità, che incominciai a tracciare il trail e dopo aver controllato le varie distanze e altezze decisi di visitare con un gruppo di amici il misterioso altipiano in mountain bike.
La prima visita fù di esplorazione e quindi con alcuni imprevisti tali come la discesa della Mesa Grande sulla via del ritorno: pericolosissima per il tipo di sentiero e pendenza. Quella di ieri è stata la mia quarta visita alla Mesa Grande e il trail è stato modificato in alcuni punti rendendolo completamente pedalante e fluido in tutti i suoi 36 km. Questo altipiano nascosto nei suoi 2700 metri conserva una fauna unica con viste spettacolari. Qui possiamo trovare piante cactacee e allo stesso tempo fiori simili alle stelle alpine. Una distesa di fiori e erba immensa. Serpenti tra i quali quello a sonagli, curiose cavallette dai più impensabili colori e correcaminos. E poi ancora tori e mucche allo stato libero, aquile e zopilotes, cosi come cavalli selvaggi che al nostro passaggio galoppano velocemente facendoci sentire ancor più liberi in questo spazio aperto contornato da montagne e valli. Il mese di Settembre è l'ideale per visitare questo luogo poiché è la stagione delle piogge (giugno-ottobre) rende fiorito e verde tutto l'altipiano.
Questa volta vi lascio con due video: il primo realizzato l'anno scorso durante la mia prima escursione e che contiene immagini de Los Pilones e della Mesa Grande mentre il secondo registrato appena ieri sull'altipiano, mostra il passaggio di una mandria di cavalli che corrono liberi in questo bellissimo luogo.
Seppur brevi... buona visione!


Los Pilones & la Mesa Grande
 

 
Cavalli selvaggi nella Mesa Grande

Commenti

Post popolari in questo blog

I problemi più duri del nostro Pianeta

Tre sarebbero le cause che maggiormente mettono in pericolo la vita sul nostro pianeta: il riscaldamento climatico, il progressivo aumento delle specie in via d’estinzione e la rapida crescita della popolazione. Ad affermarlo è l'ultimo allarmante studio presentato lo scorso 25 di Ottobre dalle United Nations Environment Programme (Unep), l'organismo delle Nazione Unite che ha sede a Nairobi e che si occupa della tutela ambientale.


Le attività umane ormai condizionano fortemente il clima della Terra e gli ecosistemi. Consumiamo più di quello che produciamo. La situazione si aggraverebbe ancora di più se la popolazione umana raggiungerà gli 8 miliardi di abitanti nel 2050. Negli ultimi venti anni, la popolazione mondiale infatti è aumentata di 1,7 miliardi di persone, passando da 5 a 6,7 miliardi di abitanti. La popolazione umana adesso è così numerosa che l'ammontare delle risorse di cui ha bisogna per sopravvivere è superiore a quelle che la Terra riesce a produrre. Consum…

La Catrina

Di tutti i personaggi che la cultura messicana contempla tra i più rappresentativi, se ne distingue uno molto caratteristico in questo mese che accompagnano i festeggiamenti di questa nazione in onore ai morti.

Il suo nome è Catrina, vestita con abiti eleganti e sgargianti cappelli. Le piace giocare con la vita e in un certo modo è sempre presente nelle feste dove i morti ritornano alla vita.

Questa elegante signora in ossa è la rappresentazione di una classe privilegiata che dominò in Messico tra la fine del XIXº e il principio del XXº secolo, durante la dittatura di Porfirio Díaz.


Il nome Catrina proviene dalla parola "Catrin", sinonimo di elegante, distinto, ben vestito, fino, sfisticato e altri aggettivi con i quali il popolo denominava la classe privilegiata di questa epoca.

Nel pomeriggio, infatti, le signore di alta società passeggiavano nel Paseo de Alameda di Citta del Messico, sempre molto eleganti, con cappello ed un ombrello.
La catrina è la compagna del Catrin e …

Adobe: il materiale di costruzione del passato e del futuro

Adobe è un impasto di argilla e sabbia essiccata al sole usato nella costruzione.

Dà circa 9000 anni si usa questa tecnica in diverse parti del mondo. Nel Turkistan si incontrano casa di adobe datate 8000-6000 anni a.c.
Parte del tempio di Ramses II in Egitto fù costruito con mattoni di adobe 3200 anni fà. La piramide del sole di Teotihuacan ha un nucleo di 2 milioni di tonnellate di adobe. La città di Shibam nello Yemen, sfida qualsiasi pregiudizio che esiste contro la costruzione in adobe, con le sue case che possono arrivare fino agli 8 piani con una altezza di quasi 30 metri.Attualmente un terzo della popolazione vive in casa di adobe per mancanza di risorse per poter costruire con altri materiali.

Dall'altra parte, nei paesi industrializzati, si è incominciato a considerare questa tecnica per poter costruire strutture naturali ed ecologiche. Sempre più persone accettano l'idea di costruire la propria casa in adobe e con materiali naturali per i molteplici benefici che offre: …