lunedì 6 aprile 2009

Tragedia

Vicino con il cuore alla gente e ai luoghi tanto a me cari quali quelli dell'Aquila.
Ho saputo della notizia ieri sera appena tornato a casa.
Oggi stò materializzando con le immagini e le notizie provenienti dai media la gravità del terremoto.
L'Aquila e i suoi dintorni sono irriconoscibili.
Non è tempo per fare polemiche ma di aiutare le persone che sono rimaste coinvolte...

2 commenti:

  1. Assai Carissimi,
    non sono solo parole, ma sinceri pensieri che vogliono manifestarsi.

    Che tutti gli uomini di buona volontà possano con tanto amore aiutare i loro cari fratelli.

    Che gli angeli divini aprano le loro lucenti ali dorate per condurre tanti assai cari fratelli nei sacri reami incantati del padre celeste.

    Che l'uomo possa meditare e contemplare con tanta saggezza questi tristi momenti, d’assai grande sconforto e capire che può succedere a tutti e che SIAMO TUTTI FRATELLI , TUTTI FIGLI DI QUELL’ASSAI ANTICO DIO DIMENTICATO.

    l'ANTICO DEI GIORNI. che presto ritornerà con tutta la sua gloria, con gli Angeli, con i Deva, con tanti Maestri di Saggezza su questo piano del confronto affinché sia compiuta la sua divina volontà

    Carissimi amici del cuore, di fronte a questi assurdi eventi si resta senza parole, e solo il cuore può prontamente agire con grande amore. E’ quella comune solidarietà che ci conduce al giusto pensare, al giusto dire al giusto fare UNO PER TUTTI E TUTTI PER UNO che è la giusta e saggai azione amorevole d’attuare con qualsiasi mezzo.

    RispondiElimina
  2. Ciao Andrea,
    ieri ci sono stati i funerali di Stao per gran parte delle vittime. Immagini strazianti, una tragedia immensa!!! ...Sarà una mesta Pasqua per tutti!!!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina